mercoledì 2 settembre 2009

CITTADINI CONTRO L'AMIANTO

COMUNICATO STAMPA>
Allarmanti e inesatte affermazioni del presidente della provincia di Cremona al TG3 del 1.09.2009.>
Fermiamo la realizzazione delle megadiscariche!> > Dopo le dichiarazioni rilasciate al TG3 viene da chiedersi> se il presidente della provincia conosca adeguatamente il> progetto di realizzazione della discarica di Cappella> Cantone. Infatti cerca di far passare come “ conquista”> il fatto che la discarica, secondo lui, sarà di 300.000 mc> anziché di 600.000 mc, ignorando o fingendo di ignorare che> il progetto prevede in realtà una discarica di 260.000 mc.>
Che cosa c’è dietro queste manipolazioni e falsità che> creano solo confusione? Si vuole, forse, far digerire ai> cittadini il fatto che la discarica non sarebbe pericolosa e> andrebbe quindi realizzata in fretta e furia, ottenendo come> contropartita le così dette “compensazioni”? Perché> nessuno vuole prendere in considerazione la possibilità di> utilizzare forme alternative di smaltimento già> sperimentate scientificamente? Forse perché richiederebbero> più tempo e nel frattempo l’Expo di Milano preme e si> vuole smaltire tutto l’amianto rimosso a Milano e dintorni> nelle discariche di Cremona, facendola diventare la> pattumiera della Lombardia?> Le “compensazioni” non sono altro che soldi o> “benefit” vari erogati dalla Regione ai comuni limitrofi> e alla Provincia, al fine di neutralizzare la loro> contrarietà, ma soprattutto quella degli abitanti della> zona. La promessa delle “compensazioni” costituisce di> fatto una dichiarazione del “senso di colpa”: ciò> significa che si è consapevoli che si sta realizzando> qualcosa di estremamente pericoloso, prescindendo dalla> tutela della salute pubblica e dai vincoli ambientali che> vengono “superati” con disinvoltura, modificando leggi e> normative precedentemente approvate con atti autoritari e> decisionisti e senza alcun confronto pubblico. In questo> contesto si inserisce la nomina di Salini a commissario ad> acta per le megadiscariche.> La logica che sta prevalendo in Regione Lombardia e in> provincia di Cremona è aberrante: bisogna procedere> comunque e in fretta, perché evidentemente si sono già> presi impegni con la ditta che realizzerà e gestirà> l’impianto, la quale ha pagato il terreno un valore doppio> del mercato, sapendo, evidentemente, che la Regione avrebbe> comunque garantito la realizzazione della megadiscarica su> quell’area di Cappella Cantone.>

Noi, comunque, non cesseremo la nostra protesta e> mobilitazione, allargando il fronte delle opposizioni anche> fuori dai confini cremonesi. La questione megadiscariche è> ormai una questione nazionale.> Infine, vogliamo ricordare alla giunta regionale e a quella> provinciale che le direttive della Commissione Europea> indicano che una cava in disuso può essere adibita a> discarica, ma bisogna prendere in considerazione la tutela> della natura, l’esistenza di falde freatiche, le> condizioni geologiche e la distanza dalle zone urbane, tutti> elementi che a Cappella Cantone sarebbero ignorati e> violati.> Per Cittadini contro l’amianto - Mariella Megna> Cremona, 2 settembre 2009> > ****************************************************> Discariche e amianto a Cremona: giù le mani dal> territorio!
Le responsabilità di Formigoni & C. > > Puntualmente ad agosto arrivano le sorprese … la giunta> Formigoni ha urgenza di realizzare le megadiscariche di> amianto in provincia di Cremona, a Cappella Cantone (260mila> mc) e a Cingia de’ Botti (400mila mc). Abbiamo già> avuto modo di spiegare che queste discariche sono altamente> pericolose per la salute perché ubicate in zone troppo> vicine ai centri abitati e in presenza di falde acquifere> affioranti . A questo proposito rimandiamo al nostro blog http://cittadinicontroamianto.blogspot.com > > I cantieri per l’EXPO 2015 a Milano stanno per> essere avviati e Formigoni ( il presidente della Regione> Lombardia) non ha trovato soluzione migliore che riversare> in provincia di Cremona tutto l’amianto che sarà rimosso> con le demolizioni di interi quartieri milanesi. > > Per la giunta lombarda sono irrilevanti le proteste che da> oltre un anno avanzano tutti i settori del territorio> cremonese (istituzioni locali e provinciali, associazioni,> sindacati, persino la curia!) e non considera che la> popolazione stessa è fortemente contraria (come dimostrano> le manifestazioni e convegni che noi abbiamo organizzato).> Con la delibera di giunta regionale che nomina commissario> ad acta il presidente della provincia di Cremona, per la> modifica e la riadozione del piano rifiuti, si fa piazza> pulita di un anno di mobilitazioni popolari, mozioni,> discussioni, proposte per imporre dall’alto una> decisione che porterà alla rovina un territorio dalla> vocazione agricola di qualità. E’ il solito ritornello:> la salute compromessa in nome del profitto. > > E non importa che Cremona sia al terzo posto in Italia per> tumori e al primo per tumori allo stomaco (dati ASL di> Cremona). > > E non importa che le megadiscariche di amianto sorgeranno> in mezzo ai campi di mais destinati alle vacche da> latte. > > A fronte di tutto ciò suonano ancora più stridenti le> dichiarazioni fatte dai vari Petrini - presidente Slow Food,> Stanca - amministratore delegato EXPO 2015 e Vittadini - ex> presidente Compagnia delle Opere al Meeting di Rimini di> Comunione e Liberazione (di cui fa parte anche il nuovo> presidente della Provincia di Cremona), tutte tese a> dimostrare che l’EXPO sarà un’occasione per rilanciare> lo sviluppo sostenibile, il rispetto dell’ambiente e il> ripristino del territorio … > > Che squallore! > > Il prossimo 13 settembre abbiamo organizzato a San Daniele> Po (CR), comune vicino a dove dovrebbe essere realizzata una> delle due megadiscariche di amianto, una giornata dal titolo> ‘Facciamo “la festa” all’amianto’. > > La mattina ci sarà il convegno “Smaltimento amianto:> discariche o inertizzazione?” durante il quale il prof.> Alessandro Gualtieri dell’università di Modena> illustrerà un processo industriale, unico in Europa, di> conversione termica dell’amianto (ricristallizzazione)> in materia prima pulita. Il prof. Gualtieri era già> stato nostro ospite a Soresina lo scorso maggio e nel corso> della sua relazione avevamo appreso che il suo progetto era> in attesa di approvazione da parte dell’ amministrazione> provinciale di Varese. Ma che strano! Varese capitale> dell’innovazione per lo smaltimento dell’amianto e> Cremona pattumiera della Lombardia. > > Nel pomeriggio ci sarà un incontro con i vari comitati> sorti in Italia contro le megadiscariche di amianto e a> seguire una tavola rotonda sul tema dello smaltimento> dell’amianto. Abbiamo invitato istituzioni, partiti,> associazioni, sindacati e movimenti. > > Ci pare evidente che alla tavola rotonda, presieduta dal> Giampaolo Dusi, consigliere provinciale del PRC e da Giorgio> Riboldi, di SU LA TESTA – L’altra Lombardia, sarebbe> opportuno che ci fosse anche Salini, in modo da potergli> illustrare un metodo con cui è possibile smaltire> l’amianto senza distruggere il nostro territorio con> megadiscariche pericolose per la salute di tutti. > > Mariella Megna - Cittadini contro l’amianto > > **********************************************************> > > Facciamo… “la festa” all’Amianto > > San Daniele Po (CR) > > 13 settembre 2009 > > > > Cittadini contro l’amianto con il patrocinio del Comune> di San Daniele Po, e con la collaborazione del circolo Rive> Gauche, del gruppo ecologico El Muroon e dell’associazione> SU LA TESTA -L’altra Lombardia,organizza > > una giornata di convegni e dibattiti, contro le> megadiscariche di amianto in provincia di Cremona e ovunque> e per l’utilizzo di metodi alternativi all'interramento in> discarica dei rifiuti contenenti amianto. > > > > PROGRAMMA DELLA GIORNATA > > CONVEGNO “Smaltimento amianto: discariche o> inertizzazione?” > > Ore 10.00 Presso sala G. Tortini: apertura dei lavori:> dott. Davide Persico - sindaco di San Daniele Po; d.ssa> Mariella Megna - Cittadini contro l’amianto; > > 10.30 “Stato dell'arte sui metodi alternativi> all'interramento in discarica dei rifiuti contenenti> amianto” prof. Alessandro Gualtieri – Università di> Modena e Reggio Emilia; > > 11.30 Coffee break; > > 11.45 Dibattito; > > 13.00 Pranzo presso il Parco comunale della Mela Verde > > 14.30 Incontro dei comitati contro le megadiscariche di> amianto che si sono formati in varie parti d’Italia, dal> Veneto alla Sicilia. > > 16.30 Apertura tavola rotonda sul tema dello smaltimento> dell’amianto. Coordina Giampaolo Dusi consigliere> provinciale del PRC e Giorgio Riboldi, associazione SU LA> TESTA – L’altra Lombardia. Sono invitati istituzioni> locali e provinciali, partiti, associazioni, sindacati e> movimenti. > > 18.00 Conclusione dei lavori > > > A seguire proiezione del video“Anno 2018: verrà la> morte. L’amianto in corpo. Tutti lo sapevano. Tranne loro:> i lavoratori”di Giuliano Bugani > > Musica con canti popolari di Marco Chiavistrelli > > > > "L'UNICA FIBRA DI AMIANTO INNOCUA E' QUELLA CHE NOI NON> RESPIRIAMO" > > > > > Cittadini contro l'amianto della provincia di Cremona> per informazioni scrivi a nodiscaricadiamianto@yahoo.it> o telefona a: 3355328761 - 3389875898> visita il nostro blog: http://cittadinicontroamianto.blogspot.com
.

poster canvas art riproduzione quadri

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti Internet e Blog Personalizzati contattami e sarai in rete in 48 ore - http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari

Google+ Followers

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/