giovedì 6 settembre 2012

Vesuvio, il gigante si sveglia



Il più temuto vulcano del mondo comincia a dare i primi segni di risveglio, sciami di terremoti di piccola durata ed energia dal mese di Maggio stanno interessando con maggiore frequenza l’area del cratere e localmente le zone prossimali. Gli eventi sismici sono andati aumentando progressivamente raggiungendo nel mese di Agosto quota 44 eventi. La crisi sismica più significativa in termini di terremoti quella del giorno di Ferragosto con 22 sismi di profondità variabile tra i 5km ed i 200m, tutti per lo più concentrati nell’area del cratere che come ben sappiamo è “tappato” da un duomo lavico dello spessore di svariate centinaia di metri che ostruisce completamente il condotto lavico.

E’ ancora presto per stabilire se si tratti dell’inizio di una fase che ci porterà verso un’eruzione, ma la guardia resta elevata perché l’energia sprigionata da questi piccoli terremoti sta aumentando.

Il Vesuvio è il vulcano più pericoloso del mondo non tanto per potenza esplosiva quanto per la concentrazione delle popolazioni che vivono alle sue falde, si tratta approssimativamente di più di un milione di persone a rischio, quindi non c’è da stare troppo allegri.

Il gigante prima o poi si sveglierà e l’eruzione non sarà pacifica come quella del 1944 quando il condotto lavico era aperto, quando piuttosto come quella del 79 d.c o addirittura come quella del 1631, meno nota ma molto più distruttiva di quella che seppellì Pompei ed Ercolano.

Grafico: http://sismolab.ov.ingv.it/sismo/index.php?PAGE=SISMO/stat&PAGE2=energia

http://www.megamodo.com/2012138248-vesuvio-il-gigante-non-dorme-piu/
-


.
 .
 .

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti Internet e Blog Personalizzati contattami e sarai in rete in 48 ore - http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari

Google+ Followers

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/