lunedì 7 gennaio 2013

Tokyo, tonno rosso a peso d' oro


Tokyo, tonno rosso battuto all'asta per 1,3 milioni di euro

La prima asta del 2013 al mercato del pesce di Tsukiji, sulla baia di Tokyo e il piu' grande al mondo, non ha deluso le attese, immune da qualsiasi crisi economica: un tonno rosso del peso di 222 kg e' stato battuto in mattinata al prezzo record di 155,4 milioni di yen (circa 1,3 milioni di euro), pari a 700.000 yen al chilo.
Ad aggiudicarsi la tradizionale gara, che ha forti connotati di buon auspicio, e' la Kiyomura, una nota catena di ristoranti di sushi che lo scorso anno, nella stessa occasione, ha staccato un assegno di 56,49 milioni di yen (un terzo di quello versato oggi) per vincere e aggiudicarsi un tonno rosso di primissima qualita'.
''Un prezzo leggermente caro - ha ammesso con un filo di ironia Kiyoshi Kimura, presidente della compagnia, nel resoconto dei media locali -, ma spero che possa essere un incoraggiamento perche' il Giappone continui a rifornirsi di ottimo tonno''.
Il 'pezzo' da record appena venduto e' stato pescato al largo della ciitta' di Oma, nella prefettura di Aomori, e' sara' venduto come sushi al ristorante principale di Kiyomura proprio allo Tsukiji, seguendo i prezzi abituali compresi tra i 128 e i 398 yen per porzione (1,1-3,4 euro). ''Volevo andare incontro alle aspettative dei miei clienti che vogliono mangiare il miglior pesce possibile, come accaduto lo scorso anno'', ha aggiunto Kimura. Il tonno rosso e' una specie tra le piu' a rischio a causa dello sfruttamento eccessivo, con il Giappone che in media consuma annualmente i tre quarti circa di tutto il pescato mondiale di questa ricercatissima qualita'.

- -

Se dovessimo dare un nome alla specie simbolo del Mediterraneo, sarebbe senza dubbio il tonno rosso. Stranamente non molti conoscono questo animale straordinario, che è uno dei pesci più grandi e tra i commercialmente più preziosi  al mondo. Proprio per questo da decenni è stato pesantemente vittima della pesca illegale diffusa soprattutto nelle sue zone di riproduzione in tutto il Mediterraneo.  Impara di più su questa specie stupefacente, segui il nostro lavoro e ci aiuterai a creare un futuro sostenibile per questo pesce tra i "più ricercati".

http://mediterraneo.wwf.it/pericoli-tonno-rosso.html

Molto semplicemente abbiamo bisogno di un piano di gestione ragionevole per il tonno rosso che non porti la specie all'estinzione. Seguendo le indicazioni di solide basi scientifiche e la riduzione della capacità delle flotte industriali, i Governi possono evitare la scomparsa di uno dei più magnifici pesci che nuotino nell'oceano.L’istituzione principale responsabile della gestione del tonno rosso è la Commissione internazionale per la conservazione dei tonnidi dell'Atlantico (ICCAT). La commissione è stata costituita nel 1969 in risposta ai timori che le popolazioni di tonno rosso potessero collassare.
Nonostante quasi 40 anni di esistenza dell'ICCAT, le popolazioni hanno continuato a diminuire. Ciò è dovuto a problemi di gestione dovuti alla governante dell'ICCAT e dei governi nazionali.
Dopo decenni di declino e 12 anni di lavoro intenso e campagne il WWF è stato determinante per ottenere che l’ICCAT raggiungesse misure tra cui:    una riduzione delle quote da 32.000 tonnellate nel 2006 a 12.900 tonnellate nel 2010
- una taglia minima di sbarco corrispondente al formato a scadenza per la specie;
- una stagione aperta per le flotte con reti a circuizione di un solo mese all'anno;
- un programma di osservatori dell'ICCAT Regionale (POR);
- una documentazione delle catture (il GAV);
- un piano di riduzione della capacità della flotta e un programma internazionale di ispezione reciproca.
Cosa chiede il WWF all'ICCAT 2012
In occasione della 18a riunione annuale a Agadir, Marocco, dal 12 al 19 novembre, 2012, le Parti contraenti della Commissione internazionale per la conservazione dei tonnidi dell'Atlantico (ICCAT) sarà di nuovo determinare per definire le misure di gestione per una serie di tonni e specie affini. Il WWF sarà presente per seguire da vicino le questioni relative al tonno rosso dell'Atlantico e influire sulle decisioni sui contingenti di pesca che coinvolgerà le scorte per i prossimi 3 anni e determinerà il futuro di uno dei più grandi pesci in tutto il mondo.La visione del WWF per l'Atlantico orientale e il Mediterraneo per la pesca del tonno rosso è quello di un magazzino gestite in modo sostenibile a tutela dell'ambiente marino, per una pesca che porti benefici agli ecosistemi e ai consumatori. Oggi questo potrebbe essere più vicino, cosa che sarebbe sembrata impensabile solo pochi anni fa. Il WWF invita l’ICCAT e l'industria della pesca a mantenere questo slancio e tenere alte le ambizioni. Realizzazioni grandi come questa hanno bisogno di una lunga gestazione, ma in un solo istante tutto può essere perduto.Estendere le attuali misure di gestione, tra cui il totale ammissibile di catture (TAC) e le stagioni di pesca, per il periodo 2013-2015.-   Rivedere e rafforzare l'attuale capacità di riduzione del piano di pesca per portare la capacità reale di cattura fino al livello delle possibilità di pesca.
-    Rendere obbligatorio per gli allevamenti di tonno registrare le dimensioni al momento della raccolta di tutti i singoli pesci e presentare le informazioni all'ICCAT SCRS ai fini della valutazione di archivi fotografici.
  •  Sostenere l'uso di dati di commercio internazionale nelle analisi scientifiche e valutazioni di conformità.
  • Completo supporto all’ ICCAT per il programma di ricerca per il tonno rosso (GBYP) e SCRS per recuperare i dati e di sviluppare nuovi metodi che portano ad una valutazione degli stock molto più affidabili nel 2015.

-
- beruby.com - Risparmia acquistando online
-
.
 .
 .

-

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti Internet e Blog Personalizzati contattami e sarai in rete in 48 ore - http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari

Google+ Followers

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/