giovedì 30 gennaio 2014

LINKS: Terra dei fuochi : annullare la prescrizione per i...


 annullare la prescrizione per il reato 

di disastro ambientale (art.434 c.p)


Terra dei fuochi :
annullare la prescrizione 
per il reato di disastro ambientale (art.434 c.p)

Terra dei fuochi :annullare la prescrizione per il reato di disastro ambientale (art.434 c.p) La tematica della prescrizione dei reati ambientali ... LEGGI E FIRMA


LINKS: Terra dei fuochi : annullare la prescrizione per i...: Terra dei fuochi : annullare la prescrizione  per il reato di disastro ambientale (art.434 c.p) Terra dei fuochi :annullare la pre...



 .

.


leggi tutto sullo zodiaco
leggi anche 
NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO

.


.
. Bookmark and Share .

mercoledì 29 gennaio 2014

ENERGIAINFINITA: Sunshine4 - Palestina un raggio di sole nel buio d...

Sunshine4 - Palestina un raggio di sole nel buio di Gaza



Sunshine4

Tre scienziati dell'energia pulita al lavoro per dare l'elettricita' a un ospedale di Gaza. 
Nella morsa della crisi tra Egitto e Hamas anche una delegazione italiana.

- Haitham Ghanem sprizza felicità mentre descrive le capacità dei pannelli fotovoltaici che sta facendo montare sul tetto dell'ospedale "Jenin" di Gaza city. «Non abbiamo l'elettricità ma su Gaza splende il sole per quasi tutto l'anno. Dobbiamo essere in grado di sfruttare questa risorsa enorme per produrre energia pulita...continua sotto


ENERGIAINFINITA: Sunshine4 - Palestina un raggio di sole nel buio d...: Sunshine4 Tre scienziati dell'energia pulita al lavoro per dare l'elettricita' a un ospedale di Gaza.  Nella morsa del...



 .

.


leggi tutto sullo zodiaco
leggi anche 
NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO

.


.
. Bookmark and Share .
ENERGIAINFINITA: Sunshine4 - Palestina un raggio di sole nel buio d...: Sunshine4 Tre scienziati dell'energia pulita al lavoro per dare l'elettricita' a un ospedale di Gaza.  Nella morsa del...



 .

.


leggi tutto sullo zodiaco
.


leggi anche 
NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO

.


.
. Bookmark and Share .

martedì 28 gennaio 2014

I Rifiuti sono il Petrolio Italiano


I Rifiuti sono il Petrolio Italiano

La questione rifiuti ha messo a rischio la credibilità del sistema Italia nel mondo. L’incapacità delle nostre città nella gestione delle più elementari norme ambientali ha reso palese l’assenza di una qualsiasi programmazione di settore. Le mafie si sono dimostrate le realtà più pronte a sviluppare business all’interno delle maglie dell’inefficienza pubblica , inquinando aria, acqua, terra e generando così milioni di morti per patologie svariate.

In un recente Rapporto di Legambiente si parla del problema rifiuti in termini di “emergenza nazionale”.

Ciò che è un problema in Italia , non sembra essere tale in Europa. La Direttiva UE 2008/98/CE definisce il concetto di rifiuto come “qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l’intenzione o l’obbligo di disfarsi”. Secondo quanto pubblicato dall’Unione Europea nel 2008 la produzione totale di rifiuti delle attività economiche e domestiche dei 27 Stati Membri ammontava a 2615 milioni di tonnellate. Di queste circa 98 milioni di tonnellate sono stati classificati come rifiuti pericolosi. In termini di produzione pro capite per abitante parliamo di circa 5,2 tonnellate di rifiuti, di cui 196 kg classificati come pericolosi. In Italia l’ISTAT ha censito nel 2012 ben 609,5 chilogrammi di rifiuti prodotti per abitante, con un aumento dello 0,9% rispetto al 2009.

Quanto costa in Italia la gestione dei rifiuti ? Secondo NOMISMA l’onere è a carico dei cittadini ammonta a 2.5 miliardi di euro anno. Il fatto più curioso è che solo nel nostro Paese i rifiuti sono vissuti come onere da parte della Pubblica Amministrazione. In Europa e nel Mondo la valutazione dell’immondizia viene effettuata secondo un parametro di produttività ossia facendo riferimento alla quantità di energia generabile. Nei paesi scandinavi le grandi metropoli sono riscaldate attraverso il trattamento dei rifiuti. L’immondizia viene trattata e ne viene tratto valore. Siamo addirittura ad un paradosso: mentre in passato le metropoli del Sud Europa dovevano addirittura pagare per “cedere” i rifiuti a Norvegia o Islanda, oggi queste realtà all’avanguardia riscontrano una “carenza” di approvvigionamento , scontando la concorrenza di altre realtà (Olanda, Germania).

Esiste dunque una strada , seppur già battuta anche per il nostro Paese. Esiste la possibilità di “creare valore” da ciò che oggi è un mero costo nonchè un indice di fatturato generoso per le mafie e l’anti Stato. Probabilmente una norma coattiva che parta dai rifiuti della PA obbligando la conversione in energia, potrebbe essere una potenziale svolta. Dovrebbero essere Regioni, Provincie e Comuni a dare il “la” ad una rivoluzione epocale. Trasformare il minus in plus con le energie è possibile.

All’appello manchiamo solo noi Italiani.


.

.
leggi tutto sullo zodiaco

leggi anche 



NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.
. Bookmark and Share . .

giovedì 23 gennaio 2014

BLOG DI CIPIRI: Pianura Padana vista dall’alto e sotto una cappa d...

Pianura Padana vista dall’alto e sotto una cappa di Nanoparticelle



La Nasa ha fornito una foto scattata che mostra la pianura padana vista dall’alto
 e sotto una cappa di nanoparticelle. La foto è stata scattata da un satellite.


Ma cosa sono le nanoparticelle?...leggi tutto


BLOG DI CIPIRI: Pianura Padana vista dall’alto e sotto una cappa d...: La Nasa ha fornito una foto scattata che mostra la pianura padana vista dall’alto  e sotto una cappa di nanoparticelle. La foto è stat...

.


.


leggi tutto sullo zodiaco
.


leggi anche 
NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO

.


.
. Bookmark and Share .

Bonifica Ex Sisas di Pioltello, gli arresti



Bonifica Ex Sisas di Pioltello, gli arresti di oggi confermano le nostre denunce


Nel 2011 avevamo iniziato ad indagare sulla bonifica all’ex Sisas di Pioltello-Rodano, un’area di 330 mila metri quadrati situata nella periferia est di Milano. Volevamo fare un po’ di luce su come venivano portate avanti le operazioni. Dopo una lunga serie di denunce spesso senza risposte, gli arresti di oggi sembrano darci ragione: si è trattato di un autentico scaricabarile dei rifiuti per il tornaconto economico di pochi, a danno della collettività.

L’intervento dell’Autorità Giudiziaria è importante e necessario, ma al tempo stesso conferma lo scandaloso comportamento del governo italiano e della Commissione Europea che non sono stati capaci di vedere quello che è sotto gli occhi di tutti: la bonifica della ex-Sisas di Pioltello-Rodano è una truffa vergognosa e una seria minaccia alla salute umana e all’ambiente.

In particolare, cercando di capirne di più sui criteri della caratterizzazione dei rifiuti esportati, sulla destinazione finale di parte dei rifiuti, sulla frazione di rifiuti pericolosi più contaminata da mercurio e sulle tempistiche, avevamo segnalato evidenti anomalie nella codifica, spedizione e stoccaggio finale dei rifiuti destinati alla discarica spagnola di Nerva, in provincia di Huelva (Andalusia), gestita alla società Befesa.

Un pasticcio figlio del solito malcostume nazionale dell'emergenza continua. Per la situazione rifiuti di Pioltello-Rodano l’Italia era stata condannata per “omessa bonifica” dopo ben due sentenze della Corte di Giustizia europea, rischiando una maxi sanzione di 400 milioni di euro.

Dopo avere segnalato a più riprese le anomalie riscontrate dalle “procedure d’emergenza”, nel giugno 2012 avevamo presentato una denuncia formale alla Commissione europea per accendere i riflettori, oltre che sulle evidenti responsabilità del governo italiano, anche sul comportamento omissivo della stessa Commissione Europea, che nella primavera del 2011 aveva avallato la “conclusione” della bonifica, certificando una bonifica truffaldina, cancellando la multa all’Italia e coprendo di fatto tutto quello che l’indagine della Procura di Milano sta svelando adesso.

Tutto regolarmente confermato: prima dalla relazione della Commissione parlamentare di Inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e, adesso, da questi arresti.

In Italia, le aree da bonificare sono moltissime: 57 di esse, le più problematiche e pericolose, sono state classificate come “Siti d’Interesse Nazionale” (SIN). Il caso di Pioltello-Rodano, uno di questi SIN, è l’emblema di una gestione pessima di queste aree, a scapito di tutti per gli interessi privati di pochi. Ci auguriamo che sia anche l’ultimo, ma senza un chiaro cambio di rotta a livello governativo sarà difficile.

---

Come procedere con le bonifiche? Greenpeace propone cinque passi per uscire dall’emergenza e trasformare le bonifiche in occasione di ricerca e innovazione, creando occupazione e salvaguardando il territorio, le risorse naturali e la salute umana:

Fine della gestione commissariale ed emergenziale delle bonifiche.

Abolizione dell’art.2 della Legge n.13/2009 (cioè di ogni ipotesi di “condono tombale”).

Elaborazione di un Piano Nazionale per le bonifiche dei SIN, che dovrà prevedere: - nuovi investimenti produttivi e nuove infrastrutture con elevati standard di sostenibilità ambientale per abbattere le emissioni inquinanti e prevenire la generazione di rifiuti; - misure e programmi per l’efficienza e il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili; - attività di ricerca, sistemi di monitoraggio e controllo della qualità ambientale dei siti e degli effetti sulla salute dei cittadini.

Certezza sulle risorse finanziarie assegnate al Piano Nazionale bonifiche, sia da parte del Governo, sia dalle imprese interessate.

Allargamento alle rappresentanze dei cittadini, ai sindacati e alle associazioni ambientaliste di ogni sorta di tavolo di confronto sul tema bonifiche.

DA :
http://www.greenpeace.org/italy/it/campagne/inquinamento/Rifiuti/bonifiche/

.

.
leggi tutto sullo zodiaco

leggi anche 



NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.
. Bookmark and Share . .

lunedì 20 gennaio 2014

Una Bottiglia di Plastica Vale 10 Centesimi


“Fare raccolta”, una bottiglia di plastica vale 10 centesimi

Una bottiglia di plastica può valere dieci centesimi in bonus da utilizzare in un circuito di attività commerciali, artigianato, enogastronomia, teatri e musei.

È la formula adottata da ”FareRaccolta”, sistema della differenziata non convenzionale, con la sua prima postazione in Sardegna a Guspini. L’obiettivo è quello di aumentare il conferimento intelligente dei rifiuti garantendo allo stesso tempo un risparmio sulla gestione e un abbattimento delle emissioni di Co2.

Raccogliere il Pet fa bene all’ambiente e all’economia - FareRaccolta ha attualmente 14 postazioni attive su tutto il territorio nazionale, da Trento a Rimini, da Milano a San Benedetto del Tronto, che in un solo anno hanno raccolto 412.500 pezzi, per un totale di oltre 12 tonnellate di Pet. E’ giunta l’ora di diffondere il verbo, di rispettare la Natura e risparmiare!

DA : http://www.fareraccolta.it/fareraccolta.php

.

.
leggi tutto sullo zodiaco

leggi anche 



NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.
. Bookmark and Share . .

ENERGIAINFINITA: Germania: un intero comune con eolico, solare e bi...


Germania: un intero comune con eolico, solare e biogas



Germania un intero comune con eolico, solare e biogas

Si trova a pochi chilometri da Berlino il primo comune interamente alimentato da fonti rinnovabili e completamente autonomo rispetto alla rete elettrica nazionale.


Un’intera piccola cittadina, in Germania, staccata dalla rete elettrica nazionale e completamente autonoma sul piano dei consumi energetici pubblici e privati.

Accade a Feldheim, piccolo centro situato....leggi tutto


ENERGIAINFINITA: Germania: un intero comune con eolico, solare e bi...: Germania un intero comune con eolico, solare e biogas Si trova a pochi chilometri da Berlino il primo comune interamente alimentato ...

 .

.


leggi tutto sullo zodiaco
leggi anche 
NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO

.


.
. Bookmark and Share .

martedì 14 gennaio 2014

BLOG DI CIPIRI: Amazzonia: Chico Mendes, venticinque anni dopo

Amazzonia: Chico Mendes,

 venticinque anni dopo


Amazzonia: Chico Mendes, venticinque anni dopo

Il 22 dicembre saranno passati 25 anni da quella terribile sera nella quale Chico Mendes venne ucciso a 44 anni sull’uscio della sua umile casa a Xapurì, nello stato amazzonico dell’Acre. Ucciso perché si opponeva alla distruzione della foresta e difendeva i diritti elementari dei popoli che ...
continua qui
BLOG DI CIPIRI: Amazzonia: Chico Mendes, venticinque anni dopo: Amazzonia: Chico Mendes, venticinque anni dopo Il 22 dicembre saranno passati 25 anni da quella terribile sera nella quale Chico Mend...

.
leggi anche 
NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/


http://www.mundimago.org/dona_cofanetto.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO

.
.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari

Google+ Followers

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/