giovedì 4 febbraio 2016

Europarlamento raddoppia i limiti di SMOG


L’Europarlamento raddoppia i limiti 
di emissione per le autovetture
È passata con pochi voti di scarto la modifica del regolamento sugli ossidi di azoto
Le associazioni ambientaliste sono sul piede di guerra e preannunciano proteste.


 Il parlamento Europeo ha dato il via libera all’aggiornamento dei limiti delle emissioni per i veicoli 
proposto dalla Commissione europea a fine ottobre scorso. Il tentativo di veto, avanzato dalla 
Commissione Ambiente, non ha infatti ottenuto la maggioranza qualificata per essere approvata. A 
seconda di chi guarda quanto ciò accaduto all’europarlamento si può trattare di un passo in avanti o 
uno indietro. Infatti, da una parte arriveranno, a settembre del 2017, i tanto invocati nuovi test su strada per misurare l’inquinamento atmosferico in condizioni reali ma ci saranno nuove soglie molto meno severe per i diesel Euro 6. Così verranno mandati in soffitta i tanto contestati test delle emissioni in laboratorio perché, sottolinea Bruxelles, «sappiamo che le emissioni» di ossidi di azoto (NOx) «sono del 400% più alte e a volte anche di più» dei limiti consentiti.

Le due fasi della riforma
In dettaglio le novità saranno scaglionate in due tempi: nel primo, entro settembre 2017, i produttori 
delle autovetture potranno superare per i nuovi prototipi diesel del 110 per cento il tetto degli 80 
milligrammi di NOx. Un limite che dal primo settembre 2019 varrà per tutti i modelli di auto. Invece, entro il primo gennaio 2020 il tetto di sforamento scenderà a massimo il 50 per cento per i nuovi prototipi e dal giorno di Capodanno del 2021 per tutti i nuovi modelli. Secondo la Commissione europea, l’aumento dei limiti, contro i quali si è schierato una parte dell’aula di Strasburgo, è giustificato dalla necessità di considerare i dubbi tecnici relativi all’uso dei nuovi dispositivi mobili di misurazione delle emissioni e dai limiti tecnici per il miglioramento del rilevamento delle emissioni per le autovetture a diesel in condizioni reali di guida nel breve termine. I nuovi test si affiancano al pacchetto sulla revisione del sistema delle omologazioni e delle motorizzazioni presentato una settimana fa dalla Commissione Ue. «Continueremo a dare giri di vite», ha assicurato Bruxelles, ricordando che «più avanti» nell’anno intende estendere i nuovi test in condizioni di guida reali anche alle emissioni di particolato, vuole migliorare la metodologia dei stessi esami per le partenze a freddo in città e intende che sia indicata su un certificato di conformità 
per il consumatore la perfomance delle emissioni inquinanti.

Le proteste degli ambientalisti e dei partiti italiani
La decisione di oggi ha fatto divampare le polemiche. «È una scelta assurda e insensata che va contro la salute dei cittadini e l’ambiente — spiega Stefano Ciafani, direttore generale di Legambiente — ed è un vero e proprio condono che premia i furbi e non l’innovazione e la qualità. Prevedere un raddoppio dei limiti delle emissioni per gli ossidi di azoto (NOx) dei veicoli a diesel, che ora passeranno da 80 mg/Km ad oltre 160 mg/Km fino al 2021, significa premiare i furbi a discapito dell’innovazione e della qualità sulle quali le case automobilistiche dovrebbero puntare». Per Angelo Bonelli dei Verdi «invece di punire gli imbrogli delle case automobilistiche e di intensificare i controlli per smascherare eventuali frodi si è scelto, senza tenere in alcuna considerazione gli allarmi sull’inquinamento lanciati dall’Agenzia 
europea per l’ambiente, di alzare i limiti». Anche il Pd, con i senatori Vaccari e Tomaselli, critica 
aspramente la decisione dell’Europarlamento: « Si tratta di un compromesso al ribasso che rischia di 
pregiudicare, nel lungo periodo, il raggiungimento degli obiettivi indicati nell’accordo di Parigi a Cop21. Ci auguriamo che nei prossimi passaggi l’Assemblea ponga rimedio a una scelta grave e 
incomprensibile per i consumatori europei».

La maggioranza approva la modifica del regolamento che stabilisce il tetto delle emissioni di NOx, gli ossidi di azoto che sono precursori delle polveri sottili. La dose ammessa per legge è stata 
generosamente raddoppiata. Le auto potranno inquinare, per gli NOx, il 110% in più di quello che era stato stabilito prima del dieselgate.

Una volta scoppiato lo scandalo sono emersi infatti i trucchi di serie, il fatto che i laboratori di 
omologazione dei nuovi modelli, finanziati dalle case automobilistiche, ricorrevano a ogni sorta di 
stratagemmi (gomme super gonfie, lubrificanti speciali, aerodinamica modificata) per far sì che dalle 
prove in questi ambienti ovattati, dalle caratteristiche lunari, emergessero dati ben lontani da quelli 
misurabili sulle strade terrestri. E naturalmente molto più confortanti.

Ora che bisogna fare sul serio, con test veri che mostrano quanto inquina realmente ogni auto, 
cambiano le norme. Il tetto si alza. Il regolamento europeo 715 del 2007 aveva stabilito che per i veicoli euro 6 il limite di emissione per gli ossidi di azoto (NOx) fosse di 80 milligrammi a chilometro. Il voto del Parlamento ha fatto passare la norma proposta dalla Commissione che alza i limiti per gli NOx del 110% nel periodo che va dal settembre 2017 al 31 dicembre 2018 e del 50% nel periodo successivo. Invece di respirare 80 milligrammi di NOX per ogni chilometro per ogni macchina in circolazione, l’anno prossimo ne respireremo 168.
Le auto potranno "sforare" per legge del 110% i limiti imposti dalla stessa legislazione europea. Si è 
visto chiaramente oggi come gli interessi delle industrie fossili siano superiori a quelli dei cittadini. Una sola nota: 500mila europei muoiono ogni anno per l'inquinamento atmosferico
 che è in buona parte 
frutto delle autovetture.


.
Sono Web Designer, Web Master e Blogger, creo siti internet , blog personalizzati.
Studio e realizzo i vostri banner pubblicitari con foto e clip animate. 
Creo loghi per negozi , aziende, studi professionali,
 campagne di marketing e vendite promozionali.
MIO SITO  :  http://www.cipiri.com/



 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO 
entra in
MUNDIMAGO


Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti Internet e Blog Personalizzati contattami e sarai in rete in 48 ore - http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari

Google+ Followers

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/