lunedì 7 agosto 2017

ONG : Jugend Rettet


Le elites ex-naziste tedesche dietro al finanziamento 
della ONG Jugend Rettet (non è uno scherzo)

Le notizie scottanti finalmente filtrano. La nave ONG Jugend Rettet, scoperta a trattare con gli scafisti grazie agli infiltrati dell’AISE sulla nave tedesca – grazie alla cooperazione italiana con potenze internazionali (…) – hanno dimostrato come ci sia un coordinamento nell’invasione italiana dei migranti [gli italiani quando decidono di far le cose per bene sono molto bravi, ndr].

 Meglio detta, esiste ed esisteva un vero e proprio piano per far arrivare sulle coste della Penisola più migranti possibili e le ONG straniere ne sono parte integrante. 
Ben inteso, spero che a tutti sia chiaro come dette ONG, 
soprattutto se attive in scenari di guerra, siano in realtà il paravento umanitario dietro a cui si celano le teste di ponte dei vari servizi segreti occidentali con il fine sia di carpire informazioni sul posto che di infiltrare propri uomini nelle fila nemiche, se non addirittura promuovere operazioni coi locali . Caso scuola è quello di Medicines Sans Frontieres (MSF), ONG francese attiva anch’essa nella tratta dei migranti verso l’Italia, il cui fondatore B. Kouchner è stato addirittura ministro degli Esteri dell’era Sarkozy e prima segretario di Stato nel governo Rocard del 1988 se ricordo bene. La tedesca Jugend Rettet svolge compiti simili: nata da poco per lo scopo di portare migranti dentro l’Italia, l’organizzazione scoperta con le mani della marmellata del piano di invasione dell’Italia evidentemente è coordinata da quel BND tedesco tanto bravo a rubare i dati fiscali dalla vicina Svizzera usati per ricattare i politici europei scomodi (vedasi il caso greco sotto molti versi ricopiato in Italia) quanto enormemente grossolano nel gestire operazioni che distino più di 500 km dai propri confini soprattutto se a sud/sud-est.

Quello che deve preoccupare è che tutte le ONG dei grandi paesi ex coloniali siano oggi attive non solo in Ucraina, Syria, Libya, Somalia, Iraq, Afghanistan ma anche in Italia!!

Ma la notizia interessante non è questa. Per il motivo spiegato sopra gli Stati ex coloniali non possono fondare loro stessi ONG altrimenti sarebbero semplicemente un’altra colonna delle loro stesse forze armate. Hanno infatti bisogno di sodali privati che facciano il lavoro sporco per conto dei governi. Nel caso di Jugend Rettet la “finanziatrice” è la bellezza teutonica Maria Furtwaengler (come indicato dalla FAZ nel 2016), nipote di Wilhelm Furtwaengler, il famoso direttore d’orchestra che dirigeva per Goebbels ed Hitler, il quale non solo fece parte del partito nazionalsocialista ma addirittura – secondo una sua biografia, di Eberhard Straub – trasse vantaggi personali dal nazismo, arricchendosi. Solo per cercare successivamente di nascondere il suo indicibile passato. 
(Pensate che il motto della Jugend Rettet è qualcosa di simile a “Fancul ... centro di coordinamento italiano per i migranti“, come riportato da agenzie di stampa oggi, …, ndr). 

Tale Maria, discendente di cotanta stirpe, sapete chi ha sposato? Hubert Burda, il magnate dell’impresa editoriale tra le più conosciute in Germania e molto vicino ad Angela Merkel, discendente diretto di quel Franz Burda che non solo fu nazista ma addirittura profondamente antisemita fino ad impossessarsi di beni durante l’arianizzazione degli ebrei. Ecco dunque i finanziatori di Jugend Rettet!
(Si noti che non è un caso che i nipoti dei nazisti si imparentino tra loro, visto che normalmente 
Norimberga processò solo la punta dell’iceberg dei sodali nazisti, lasciando quasi intonse le gerarchie imprenditoriali, ad es. i proprietari attuali di BMW, i Quandt, sono i nipoti di Goebbels; ma i casi si 
sprecano, andate a vedere Adidas, Thyssen, Krupp, le famiglie dietro al colosso Aldi, Voslkwagen, 
Porsche etc.). Non è un caso che dette elites esportatrici industriali tedesche siano tutte indistintamente interessate a mantenere l’euro a tutti i costi – possibilmente debole – e quindi ovviare ad ogni tentativo di uscita dalla moneta unica soprattutto dei paesi che contribuiscono all’indebolimento dell’euro.

Wedding of Dr. Josef Goebbels and Magda Goebbels, divorced Quandt, on an estate of her divorced 
husband. Adolf Hitler and Ritter von Epp served as witnesses, from left to right: Magda Goebbels, Dr. Joseph Goebbels, Adolf Hitler (behind) and Magda’s son Harald Quandt from her marriage to the big industrialist Guenther Quandt, who was divorced in 1929. Date: 1931
Ovvero, quanto sosteniamo su queste pagine da anni – che esiste un piano per i migranti fatti arrivare 
che in Italia e Grecia (la geopolitica tedesca aveva previsto fin dal 2012 l’invasione dei migranti: come abbiano potuto avere cotante capacità divinatorie è stato poi spiegato dagli eventi che si sono 
succeduti) – sta purtroppo dimostrandosi nella sua interezza. Ugualmente il piano economico nazista 
post invasione dell’Europa nazista (Piano Funk) sta oggi reincarnandosi nel progetto della moneta 
unica, da tenere in piedi a tutti i costi. Anche con metodi nazisti. Da qui il finanziamento di Jugend Rettet da parte di una delle elites tra le più ex naziste di Germania.

Vale la pena ricordare perché l’Italia sia vittima di tale indebita ingerenza: in un contesto di crisi globale di fatto irrisolta dal 2008 (siamo tornati globalmente a circa lo stesso livello di debito del 2008, quando si fermerà il QE ci sarà di nuovo l’implosione globale), l’Italia da una parte è una minaccia mortale per l’EU e dall’altra fa gola per i suoi assets. Minaccia perché è l’unico paese profondamente euroscettico in grado di deragliare il vero progetto dei globalisti, l’euro, oltre ad essere troppo storicamente vicina agli USA che oggi l’asse franco-tedesco vorrebbe sostituire al comando dell’EUropa. Dall’altra ha ancora tanti assets che fanno gola, dal residuo delle fu possenti aziende di stato, ai risparmi degli italiani, passando per primarie aziende private 
(Generali, le banche nazionali, aziende manifatturiere ecc.). 

Dunque va neutralizzata e per fare questo non si esita a farla invadere di migranti, per destabilizzare a fondo la struttura sociale del paese ossia per abbassare i salari degli italiani, inseminare violenza 
straniera, creare disagio ovvero dare la colpa del crollo della ricchezza italica non al vero responsabile (l’EU tedesca con l’euro) ma ai migranti. Sempre il solito trucco.
Caso mai Roma volesse azzardarsi ad uscire dall’euro, proprio ora che gli USA di Trump sono a favore della fine dell’euro…. 


.

Sono Web Designer, Web Master e Blogger : 
realizzo pagine internet leggere e responsive ,  
creo loghi , e curo i brevetti dai 
biglietti da visita alla insegna luminosa , 
realizzo banner e clip animate per pubblicizzare il vostro sito ,
 contattatemi e sarete on line entro 24 ore. 

Mi trovi QUI 
  http://www.cipiri.com/





giovedì 13 luglio 2017

Il Super-Iceberg si è Staccato



L'iceberg misura 6 mila km quadrati (poco più della Liguria):
 c'è timore per le possibili conseguenze sulle 
condizioni climatiche e sull'ecosistema dell'Atlantico meridionale.

Secondo i dati recentemente forniti dai satelliti CryoSat e Sentinel-1 dell'ESA, quello che si è appena 

staccato è uno dei più grandi iceberg mai registrati fino a ora. La montagna di ghiaccio avrebbe 

un'area di circa 6.000 chilometri quadrati, 

pari a quella della Liguria: è il 9-12% dell'intera superficie della 

piattaforma Larsen C.

MISURARE DAL CIELO. 

I ricercatori hanno fatto le misurazioni utilizzando un altimetro radar del satellite 

Cryosat: hanno misurato la superficie, e poi calcolato lo spessore e il volume. Noel Gourmelen, 

dell'Università di Edimburgo, ha dichiarato che l'iceberg potrebbe avere uno spessore di 190 metri 

sopra il livello dell'Oceano, con circa 1.155 chilometri cubi di ghiaccio - che equivale a una quantità 

d'acqua sufficiente a riempire 462 milioni di piscine olimpiche.

«Abbiamo anche stimato che la profondità sotto il livello del mare potrebbe essere di 210 metri», ha 

aggiunto Gourmelen. L'enorme iceberg avrà probabilmente ripercussioni mondiali.

PREVISIONI E CONSEGUENZE. A preoccupare i ricercatori sono le sue dimensioni "bibliche".  

Si tratta di uno dei più grandi iceberg tabellari 

(o tabulari, cioè ampi e piatti) mai registrati finora. 

L'incertezza principale riguarda il percorso che intraprenderà: uno studio storico suggerisce che 

l'enorme blocco di ghiaccio si dirigerà, con molta probabilità, verso nord-est, spinto dalla corrente 

circumpolare che lo trascinerà fino all'Oceano Atlantico. 

Sembra invece certo che la massa di ghiaccio 

non si romperà in tanti piccoli iceberg, come avvenuto in passato.

Comunque sia, «intero o a pezzi, le correnti oceaniche potrebbero condurlo verso nord, spingendolo 

verso le isole Falkland. 

Se così fosse, potrebbe costituire un pericolo per le navi di passaggio in quella 

zona», ha dichiarato Anna Hogg, dell'Università di Leeds.

C'è anche un altro rischio: navigando nelle acque oceaniche l'iceberg, 

sciogliendosi, rilascerà una tale 

quantità di acqua fredda da poter alterare le condizioni climatiche di quella regione. 

Ciò che accade, avvisano gli scienziati, 

è dovuto al cambiamento climatico, le cui conseguenze saranno anche una più 

rapida fusione dei ghiacciai e un innalzamento del livello del mare.

.

Sono Web Designer, Web Master e Blogger : 
realizzo pagine internet leggere e responsive ,  
creo loghi , e curo i brevetti dai 
biglietti da visita alla insegna luminosa , 
realizzo banner e clip animate per pubblicizzare il vostro sito ,
 contattatemi e sarete on line entro 24 ore. 

Mi trovi QUI 
  http://www.cipiri.com/



martedì 6 giugno 2017

Salviamo gli Oceani dalla Plastica


Salviamo gli Oceani - Basta plastica !

Entro il 2050, negli oceani ci sarà più plastica che pesci. 

È una vergogna. Metà della plastica la usiamo una volta sola e poi la buttiamo, 
soffocando i mari e tutti gli animali che ci vivono. 

Ma i governi di tutto il mondo stanno per incontrarsi e potrebbero fermare la marea di plastica, 
prendendosi l’impegno epocale di ripulire gli oceani. 
La pressione pubblica ha già obbligato l’Indonesia, 

secondo più grande produttore di rifiuti plastici, a impegnarsi a ridurli del 70%! 
Ora dobbiamo fermare anche gli altri. 

Se arriveremo a un milione di firme per questo appello globale, il direttore del programma ONU per 
l’ambiente annuncerà la nostra campagna davanti a tutti i governi mondiali e lavorerà con noi per 
arrivare al divieto della plastica usa-e-getta e a far respirare di nuovo il mare. 

Ai leader mondiali:
L’inquinamento dei rifiuti plastici sta uccidendo gli oceani -- entro il 2050 conterranno più plastica che pesci. Vi chiediamo di avviare la transizione verso l’eliminazione totale della plastica usa-e-getta entro i prossimi 5 anni e di mettere in campo le politiche 
di cui gli oceani hanno bisogno per rigenerarsi.

FIRMA LA PETIZIONE QUI


LEGGI TUTTO SULL' ISOLA DI PLASTICA

.

Sono Web Designer, Web Master e Blogger : 
realizzo pagine internet leggere e responsive ,  
creo loghi , e curo i brevetti dai 
biglietti da visita alla insegna luminosa , 
realizzo banner e clip animate per pubblicizzare il vostro sito ,
 contattatemi e sarete on line entro 24 ore. 

Mi trovi QUI 
  http://www.cipiri.com/


 .


venerdì 2 giugno 2017

Trump Cestina l’Accordo di Parigi sul Clima


Carbon fossile
Ora è ufficiale: Trump cestina l’accordo di Parigi sul clima e riporta gli Stati uniti all’era dell’energia fossile: «Cop21 è una catastrofe per la nostra economia». La lobby del carbone ringrazia. Obama: «Così rifiuta il futuro». Anche Putin si defila: «Senza Usa, intesa inutile». Ma Cina e Ue tirano dritti.

Non Capisce che Costa di Più
il Carbone che un Pannello Solare.


LEGGI ANCHE

IL CAPITALISMO PROVOCHERA' LA MORTE DEL NOSTRO PIANETA


.

Sono Web Designer, Web Master e Blogger : 
realizzo pagine internet leggere e responsive ,  
creo loghi , e curo i brevetti dai 
biglietti da visita alla insegna luminosa , 
realizzo banner e clip animate per pubblicizzare il vostro sito ,
 contattatemi e sarete on line entro 24 ore. 

Mi trovi QUI 
  http://www.cipiri.com/


 .



martedì 2 maggio 2017

Il Tuo Sito è il Biglietto da Visita della Tua Impresa




.
http://www.cipiri.com/


Sono Web Designer , Web Master e Blogger . 
Creo il Vostro Sito Internet: 
Leggero e Responsive , Visibile e Dinamico , 
disegno Loghi e Marchi Aziendali ,
 dal Biglietto da Visita alla Insegna luminosa , 
realizzo Banner e Clip Animate 
per Pubblicizzare la Vostra Attività , 
consiglio un Blog ed un Video 
per fidelizzare i vostri Clienti ,
 volendo anche una Pagina Facebook.

Mio Sito Personale :

.
COSA TI PORTA IL 2017 ?



mercoledì 22 febbraio 2017

M'illumino di meno 2017


Il 24 febbraio 2017 torna M’illumino di Meno, tredicesima edizione.
Caterpillar è in diretta dalle 18.00 alle 20.00 - RADIO RAI2
per seguire gli spegnimenti in giro per l’Italia.

Insieme a voi in questi anni abbiamo spento i principali monumenti italiani ed europei come gesto simbolico di risparmio energetico. Abbiamo cominciato quando ancora la sensibilità verso i temi ambientali era poco diffusa e dopo 13 anni di campagna la cura del pianeta è diventata sempre più impellente. Le sfide energetiche si rinnovano, così M’illumino di Meno si rinnova grazie alla partecipazione di centinaia di migliaia di sostenitori che si mettono in gioco
 in prima persona con azioni concrete.

Rinnoviamo l’invito a spegnere le piazze, le illuminazioni private e pubbliche il 24 febbraio 2017.

Oltre agli spegnimenti quest’anno invitiamo tutti coloro che aderiscono a compiere un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse. E’ dimostrato come la più grande dispersione energetica sia causata dallo spreco in tutti ambiti dei nostri consumi: alimentari, trasporti, comunicazione. Per questo Caterpillar invita tutti gli ascoltatori il 24 febbraio a condividere: dando un passaggio in auto ai colleghi, organizzando una cena collettiva nel proprio condominio, aprendo la propria rete wireless ai vicini e in generale condividendo la proprie risorse come gesto concreto
anti spreco e motore di socialità.

Ci rivolgiamo come ogni anno alle istituzioni di tutti i livelli, alle associazioni culturali e a quelle sportive, alle scuole di ogni ordine e grado e soprattutto ai singoli cittadini perché M’illumino di Meno è soprattutto una giornata di festa energetica aperta a tutte le forme di creatività.

Quest’anno al mondo della scuola e dell’infanzia proponiamo di giocare a immaginare un supereroe del risparmio energetico e al mondo dello sport di mobilitarsi per il giorno di M’Illumino di Meno organizzando attività sportive di sensibilizzazione perché l’energia più pulita è quella che produciamo noi muovendoci senza inquinare.

Negli anni la partecipazione a M’Illumino di Meno è cresciuta in modo straordinario ed è giunto il momento di far diventare questa festa diffusa un appuntamento fisso e riconosciuto: stiamo portando avanti la proposta dell’istituzione della Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili.

Non ci resta che augurarvi Buon M’illumino di Meno!

.

 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTI
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO 
entra in
MUNDIMAGO


venerdì 17 febbraio 2017

Oroville: la Diga Scoppia e la Popolazione Scappa


Oroville: perchè le dighe divengono pericolose

In questi giorni si sta sviluppando una catastrofe di immane proporzione. A Nord Est della città di San Francisco la diga in terra e rocce di riempimento granulare di Oroville, la più alta degli Stati Uniti con i suoi 234.7 m con un invaso di 4.4 km3 sta rischiando il collasso.

Questo fatto è dovuto al cedimento della parete dello scarico di emergenza in quanto le copiosissime piogge e le abbondanti nevicate hanno rialzato il livello dell'invaso
 portandolo al limite della capienza.

E fin qui potrebbe essere una conseguenza naturale delle cose se non ci fosse una concausa di una gravità inaudita. La diga è per una buona parte riempita dei sedimenti fluviali del lago di Oroville che ha ridotto in maniera significativa la capienza dell'invaso e che con le precipitazioni copiose (piogge e neve) di quest'ultimo periodo hanno costretto la società che gestisce la struttura, e che è fornitrice della rete idrica più grande della California oltre che produttrice di energia elettrica, ad aprire il canale dello  scarico di emergenza. 

Il canale, sollecitato oltremodo ha fatto collassare la parete rischiando di provocare danni irreparabili al corpo principale della diga in terra. 
Le autorità così hanno costretto i 200.000 abitanti delle zone sottostanti la diga ad un esodo biblico.
Come è chiaro la problematica dello sfangamento delle dighe, effetto naturale dovuto dall'erosione e relativo accumulo dei sedimenti dell'immissario del lago artificiale, effetto non arginabile provoca una diminuzione significativa della volumetria utile dei laghi. 

E cosa fanno i gestori ? Chiedono di rialzare le dighe (quando possono e anche quando la prudenza chiederebbe di non farlo) facendo come si dice in gergo "poggio e buca fa pari" e cioè quello che sarebbe stato necessario con un notevole dispendio di risorse economiche si sarebbe ripreso con il rialzo della diga recuperando la volumetria persa con l'intasamento. Questa è una clamorosa idiozia perché il rialzo della quota di invaso provoca irrimediabilmente l'occupazione di territorio circostante le rive del lago che in fase progettuale non era stato previsto. I problemi diventano molteplici fermo restando il dubbio della resistenza alle aumentate pressioni idrostatiche della diga stessa.


 Portiamo un esempio tangibile e fra i più eclatanti: le dighe di Levane e La Penna sul bacino dell'Arno che hanno purtroppo oltre 10 milioni di metri cubi di sedimenti da sfangare negli invasi e che il gestore ha preferito presentare un progetto di rialzo delle dighe piuttosto che recuperare, sempre con la tecnologia Limpidh2o, milioni di m3 di sedimenti preziosi 
e riutilizzabili come materia prima seconda.
È chiaro che la cattiva abitudine di non sfangare gli invasi fino ad oggi non ha prodotto una situazione pari a quella che si sta presentando negli Stati Uniti e che ha costretto una evacuazione della popolazione di proporzioni bibliche, ma può in futuro essere purtroppo la regola.

Quindi ribadiamo con forza che la tecnologia esiste, è provata è matura è testata, e non è più procrastinabile l'utilizzo se non si vuole essere tacciati di malafede, 
di pressappochismo e di furbizia aziendale.


La diga è alta circa 234 metri ed è stata costruita tra il 1962 e il 1968: a causa delle forti piogge e delle nevicate delle ultime settimane, dopo circa quattro anni di grave siccità, i tecnici si erano accorti di una crepa nel canale di scarico principale e avevano attivato il canale ausiliario, parallelo a quello principale, che non veniva utilizzato da cinquant’anni. Dopo che le autorità avevano organizzato l’abbassamento del livello del lago attraverso un importante scarico d’acqua, domenica 12 febbraio il flusso al canale di scarico ausiliario danneggiato si era fermato. Nel frattempo, però, il carico d’acqua aveva creato profonde crepe nel terreno, rendendo insicura la struttura secondaria.

Nel frattempo camion e elicotteri hanno scaricato tonnellate di materiale nella voragine del canale principale per rinforzare la struttura, evitare di ricorrere ancora al canale ausiliario e abbassare il più possibile il livello del bacino. I tecnici hanno fatto sapere che il nuovo scarico d’acqua non ha causato gravi danni al canale di scarico principale. Inoltre, poiché sono previste nuove piogge, si sta intervenendo anche per rafforzare il fianco della collina erosa lavorando giorno e notte per fortificare il terreno con del materiale prelevato da una cava vicina e rendere possibile il ricorso al canale ausiliario se si presentasse di nuovo la necessità.
.
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALI
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO 
entra in
MUNDIMAGO


venerdì 10 febbraio 2017

Imago e Psichedelia


Pagina delle IMAGO



Psichedelia è la capacità di espandere la coscienza



Pagina dell ' ARTE







PAGINA DEI COLORI






.
COSA TI PORTA IL 2017 ?



martedì 17 gennaio 2017

L'Ormone della Felicità



La serotonina è un neurotrasmettitore presente soprattutto nel sistema nervoso centrale e nel tratto 
gastro-intestinale. Nell’apparato digerente, la serotonina regola la digestione, mentre a livello del 
sistema nervoso centrale, questo neurotrasmettitore è fondamentale per regolare l’umore, il sonno, 
l’appetito, l’apprendimento e la memoria. A livello del sistema gastro-intestinale, la serotonina è 
responsabile anche della formazione delle ossa.

La serotonina è coinvolta in numerose e importanti funzioni biologiche: ciclo sonno-veglia, desiderio 
sessuale, senso di fame/sazietà, umore e peristalsi. Avere un livello di serotonina basso (si può 
controllare anche con le analisi del sangue) può comportare disturbi dell’umore, problemi di natura 
sessuale, problemi a dormire, problemi a defecare,attacchi di panico, emicrania, accentuare l’ansia e 
contribuire a stati depressivi.


Come fare per stimolare la serotonina?

Il triptofano è un aminoacido essenziale. Essenziale per il fatto che il corpo umano non è in grado di 
sintetizzarlo, per cui è fondamentale introdurlo attraverso l’alimentazione. Una volta assimilato, questo nutriente favorisce lo sviluppo fisico di bambini e adolescenti e mantiene l’equilibrio dei livelli di azoto negli adulti. Probabilmente, però, il processo più noto in cui è coinvolto il triptofano è la produzione della serotonina, il cosiddetto ormone della felicità. Chi soffre di depressione e di sottopeso denota carenze dell’accoppiata triptofano-serotonina. La serotonina migliora l’umore, fa dormire di più e fa sopportare meglio il dolore fisico.

Il triptofano abbonda pure nel latte e nel tacchino, oltre che negli struzzi. Ma non sono questi i cibi che aumentano la serotonina. La ricerca ha dimostrato che uno snack leggero contenente 30 grammi di carboidrati appena prima di andare a dormire potrebbe effettivamente aiutare a dormire meglio. Il 
motivo? I carboidrati facilitano l’ingresso del triptofano nel tessuto nervoso. In realtà c’è anche un’altra importante molecola che viene sintetizzata a partire da questo aminoacido, ed è la niacina, nota anche come vitamina B3, importante per la digestione e per la salute di pelle e nervi. Anche in questo caso, però, il triptofano non è tutto. Perché l’organismo lo trasformi in niacina è infatti necessario assicurarsi adeguate quantità di ferro, di vitamina B2 e di vitamina B6. Il triptofano abbonda nella spirulina, semi di soia, semi di sesamo e di girasole, cacao, patate, banane, riso, cereali integrali, verdure a foglia verde, noci e mandorle. 


La serotonina è chiamata non a caso ormone del buonumore e della felicità. È capace fra l’altro di 
regolare l’assunzione di cibo e l’adattamento all’ambiente. La produzione di serotonina diminuisce 
quando si riduce l’esposizione alla luce naturale, mentre è favorita dall’assunzione di carboidrati con la dieta, composti che, tra l’altro, aumentano il trasporto del suo precursore, il triptofano, un aminoacido, all’interno delle cellule cerebrali. Cibi ricchi di serotonina sono noci, kiwi, ananas, ciliegie visciole, pomodori, banane e prugne.

Le proteine, invece, anche se ricche di triptofano, ne contrastano l’ingresso a livello cerebrale, 
rallentando così la sintesi di serotonina. Pure i cibi ricchi di zuccheri semplici, cui spesso ricorriamo nei bui momenti invernali, danno in realtà un sollievo solo temporaneo. Su tempi più lunghi provocano sbalzi della glicemia, influenzando negativamente la produzione di serotonina e tutto il metabolismo cerebrale. Meglio, quindi, abbondare con i cereali, ricchi di carboidrati complessi che garantiscono un rifornimento continuo e regolare di zucchero al cervello.

Il consumo di proteine derivate dalla carne favorisce sempre l’accumulo di acido urico nel sangue, 
sostanza che può contribuire a stimolare aggressività, ansia e nervosismo, nemici della serotonina.
Questo vale sia per i latticini che per il pesce, e per la carne di tacchino, spesso menzionati come cibi 
ad alto contenuto di triptofano. Accettabile invece lo yogurt di qualità, soprattutto se ad alto e prevalente contenuto di frutta fresca vera, tipo mirtilli e frutti di bosco.


Ecco un elenco di alimenti che non dovrebbero mai mancare nel menù dell’autunno per contrastare malinconia e depressione stagionale. 

1) Germogli di semi (legumi, cereali, semi oleosi). Sono 
particolarmente ricchi di vitamine e minerali. Per prepararli bagnate 100-150 g di semi secchi e metteteli in un vaso di vetro mantenendoli umidi finché non spunta il germoglio. Sciacquateli almeno due volte al giorno per evitare la formazione di muffe.
 2) Verdure a foglia. Spinaci, erbette, coste, cavoli sono una 
miniera di acido folico, dotato di un effetto protettore sul sistema nervoso. Cuocetele a vapore, in poca acqua, a pentola coperta.
 3) Cereali. Pane ai cinque cereali, pasta di semola di grano duro, frumento, 
avena, orzo e altri semi, forniscono carboidrati a lento assorbimento che stimolano in modo costante la sintesi di serotonina. 
4) Semi oleosi, in particolare noci, pinoli, nocciole, anacardi, sesamo, zucca e 
girasole. Contengono diverse sostanze che proteggono il sistema nervoso fra cui magnesio, calcio, 
selenio, ferro, vitamine del gruppo B ed E. 
5) Legumi. Ricchi, come i latticini, di triptofano, hanno un buon contenuto di vitamina B1, B6, E, oltre che di calcio organicato, minerale che favorisce la calma e la rilassatezza. 
6) Soia. Fornisce lecitine importanti per mantenere in equilibrio il metabolismo dei 
grassi, componenti fondamentali del sistema nervoso, e colina, sostanza che gioca un ruolo importante sulle capacità di attenzione e l’efficienza della memoria. 
7) Cioccolato. Contiene feniletilamina, sostanza 
simile alla serotonina che diminuisce la produzione di cortisone, ormone dello stress. Per goderne gli 
effetti preferite quello composto dal 70% di cacao.

.

COSA TI PORTA IL 2017 ?



mercoledì 11 gennaio 2017

Blog Amici di Cipiri


NOTIZIE CHE SCAPPANO A TELEVISIONI E GIORNALI


650'000 visite
.


TUTTO CIO' CHE RIGUARDA IL PC ,
PROGRAMMI , ANTIVIRUS
TUTORIALS

270'000 visite
.


TUTTO CIO' CHE RIGUARDA LA SALVAGUARDIA
DELLA NATURA NEL MONDO

146'000 visite
.


TUTTO CIO' CHE RIGUARDA IL LAVORO

111'000 visite 
.


TUTTO CIO' CHE RIGUARDA LA SALUTE ED IL BENESSERE PSICOFISICO

179'000 visite
.


TUTTO QUELLO CHE TROVO DI BELLO E DIVERTENTE
NEL WEB, FOTO, POESIE, STORIELLE,

168'000 visite
.
COSA TI PORTA IL 2017 ?



martedì 10 gennaio 2017

Cipiri : Partner e Sostenitori


Partner, autori e protagonisti del BLOG di CIPIRI' 
Siamo un gruppo di Amici, ci siamo conosciuti durante le decine di corsi di aggiornamento " di html5 e pagine web " , gestiamo questo Blog ed abbiamo superato la soglia di 650MILA visite e nell' ultima riunione collettiva di fine anno Abbiamo Deciso che il Blog di CIPIRI ha un valore aggiunto che cresce nel tempo della sua esistenza e puo' crescere tramite i propri visitatori quindi abbiamo deciso di aprire le porte dando l’opportunità di diventare partner o sostenitore.

 Nostri Partner





   LAVORO


   SCIENZA

   AMORE

  VIDEO


Nostri Sostenitori










Semplicemente con una offerta , usando il bottone di Pay pal al lato di questo post,
ottieni uno spazio sulle nostre pagine. Nella Home del Sito infatti, ogni Partner/Sostenitore potrà vedere pubblicato il proprio logo e la propria presentazione. Ma non è finita qui, perché il BLOG di CIPIRI dà l’opportunità a tutti i suoi partner/sostenitori di pubblicare sulle proprie pagine anche tutti i comunicati stampa e gli avvisi agli utenti e/o cittadini di Tutto il Mondo.
Un’occasione assolutamente da non perdere per raggiungere le migliaia di lettori che quotidianamente visitano il nostro Sito, certi di trovarvi un’informazione di qualità e sempre approfondita.Il mezzo più tradizionale è il banner, che garantisce un’assoluta visibilità e un immediato link al vostro sito , Banner statici o dinamici, grandi o piccoli, ma comunque sempre studiati e personalizzati secondo le vostre esigenze , consentono di moltiplicare il proprio brand, che viene visualizzato ogni volta che un navigatore apre la pagina del BLOG di CIPIRI.

Grazie alle nostre capacità professionali possiamo offrire diversi tipi di banner,
per forma e qualità, dai classici :



 quadrato 250x250 


piccolo 460x60 


verticale 120x600 


gif 100x100 

- per altre dimensioni e/o caratteristiche trattative con lo Staff, il BLOG di CIPIRI ti dà l’opportunità di scegliere il mezzo più adatto per aumentare la visibilità del Tuo Sito/Blog.

Per ogni ulteriore informazione contattaci :
Email: postmaster(at)mundimago.org

.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari

Google+ Followers

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/