sabato 15 gennaio 2011

Sardegna, Marea nera, pesci morti sulle spiagge, disastro senza precedenti

 

 

Una scia di catrame lunga chilometri,

 

disastro ambientale a Platamona

 

Diecimila litri di olio combustibile spalmati sulla battigia di Platamona (Sassari). Una lunga scia nera che dal terzo "pettine" arriva fino al sesto, quasi al limite della Marina di Sorso. Atto finale dell'incidente accaduto martedì sera al molo E.On, dove la nave cisterna Esmeralda aveva appena finito di scaricare l'olio destinato ad alimentare i vecchi gruppi di produzione 1 e 2. L'incidente ha riguardato una delle tubature che portano il carburante dalla banchina ai depositi della termocentrale. Dalla condotta, interrata nel cemento, è fuoriuscito l'olio che prima ha invaso la banchina e poi è finito in mare. In un primo momento si era parlato di "una modesta quantità", ma l'aspetto delle spiagge racconta un'altra storia. E in realtà la Capitaneria ha quantificato la perdita in 10 metri cubi (foto Mauro Chessa e Andrea Sini)

Marea nera,

 

pesci morti sulle spiagge,

 

disastro senza precedenti - FOTO

Quello di Platamona è un disastro ambientale senza precedenti. Il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, ha annunciato che aprirà un confronto con i vertici delle aziende che gestiscono grosse industrie nell'isola, alla luce dell'episodio di inquinamento ambientale a Platamona causato martedì scorso dalla fuoriuscita di combustibile dagli impianti E.On di Fiumesanto. L'episodio ha creato forte allarme anche a Stintino, anche se al momento la scia di olio si è diretta solo verso est. Sul fatto sono intervenuti anche due consiglieri regionali del Pd: "L'incidente è più grave di quanti si pensasse"
Le operazioni di bonifica a Platamona Le operazioni di bonifica a Platamona
SASSARI. La Procura della Repubblica di Sassari ha aperto un'inchiesta per stabilire le cause e le eventuali responsabilità della perdita in mare di migliaia di litri di olio combustibile avvenuta tre giorni fa nello scalo industriale di Porto Torres. Un 'marea nera' che invaso decine di chilometri di costa nel sassarese, ora interdetti. L'ipotesi di reato è di disastro ambientale, ma al momento non ci sarebbero indagati. Nel frattempo, nella sede della Capitaneria a Porto Torres amministratori e addetti ai lavori sono riuniti per fare il punto sulle operazioni di bonifica.

In mattinata sopralluogo della commissione Ambiente della Provincia di Sassari sul litorale nord occidentale dell'Isola interessato dall' inquinamento, dalla marina di Sorso sino a Castelsardo. Il leader indipendentista di Irs, Gavino Sale, componente della commissione, annuncia che domani verrà costituito un comitato spontaneo di cittadini ed esercenti che chiederanno i danni ai 'colpevoli'. "Denunceremo E.On per disastro ambientale - dice Sale - Abbiamo trovato pesci morti sulla spiaggia, ci sono chilometri di litorale inquinato, abbiamo visto un centinaio di operai al lavoro per le bonifiche, ma ne servirebbero almeno un migliaio".

LEGGI Marea nera, interdetti chilometri di spiaggia | Marea nera, una settimana per le bonifiche | Marea nera a Platamona | Il sindaco di Sorso: "Dobbiamo bloccare le chiazze"
GUARDA Le foto del disastro ambientale

"Guardiamo con grande preoccupazione a quanto avvenuto a Porto Torres", ha detto Cappellacci, durante una conferenza stampa a Villa Devoto convocata sulla manovra finanziaria 2011 approvata l'altra sera dal Consiglio regionale. "La Sardegna ha scelto di puntare sulla green economy. Ho in mente un confronto con gli operatori delle principali industrie dell'isola che possono comportare problemi di tipo ambientale. Penso, per esempio, ai vertici di E.On, Saras ed Eni. Dobbiamo ragionare sulle scelte da adottare, privilegiando la strategia di un'industria leggere ad alto valore aggiunta, nell'ottica, appunto, della green economy"
. Stampa subito 30 foto gratis! .

Per l'olio combustibile fuoriuscito a Porto Torres c'è forte preoccupazione anche a Stintino ed il sindaco, Antonio Diana, ha scritto alla Provincia. "La fuoriuscita dell'olio combustibile ha creato un certo allarme anche a Stintino - ha sottolineato il sindaco - questo sebbene per il momento l'inquinamento si sia diretto verso est". Ieri mattina Diana, accompagnato dagli assessori dell'Ecologia e dell'Ambiente, rispettivamente Angelo Moschella e Antonella Mariani, ha effettuato un sopralluogo sul litorale stintinese.

"Al momento non sembrerebbe esserci niente da temere - ha spiegato il sindaco - però chiediamo un intervento della Provincia e dell'Arpas. Da parte nostra continuiamo a monitorare l'andamento delle maree e dei venti". Diana oggi ha chiesto all'assessore dell'Ambiente della Provincia di programmare anche un sopralluogo congiunto sulle spiagge stintinesi per verificare la reale situazione.

"Nel caso di Porto Torres, quantunque si cerchi di minimizzare quanto è successo a seguito dello sversamento in mare di olio combustibile durante le operazioni di scarico da una nave cisterna ai serbatoi della E.On., è necessario conoscere perché i sistemi di prevenzione non sono attivi e non tutelano affatto le nostre coste". Lo hanno dichiarato il Capogruppo del PD al Consiglio Regionale Mario Bruno e Luigi Lotto, componente della V^ Commissione permanente per la tutela dell'ambiente, nel richiedere urgentemente la convocazione della stessa Commissione per audire l'assessore all'Ambiente Oppi e il commissario straordinario dell'Arpas Corraine.

"La nostra richiesta, suffragata dalla viva preoccupazione sia della popolazione sia dalle amministrazioni locali, è volta - hanno spiegato - a sollecitare l'assessore Oppi affinché riferisca innanzitutto sulla reale entità del disastro, perché è ovvio che non possiamo rimetterci alle valutazione della E.On., e in secondo luogo mira a conoscere quali atti si stanno predisponendo per superare l'emergenza nonché per evitare il ripetersi di simili disastri. La tutela del bene ambientale e la sua salvaguardia - hanno proseguito Bruno e Lotto - è sovrastante rispetto a ogni altra questione. Lo abbiamo sempre affermato e per questa difesa la nostra battaglia politica sarà intransigente".


. . Anche le cose sognano.. Regenesi .

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti Internet e Blog Personalizzati contattami e sarai in rete in 48 ore - http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari

Google+ Followers

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/